ilMoloFerrara ilMoloFerrara ilMoloFerrara ilMoloFerrara ilMoloFerrara ilMoloFerrara ilMoloFerrara ilMoloFerrara ilMoloFerrara ilMoloFerrara ilMoloFerrara ilMoloFerrara ilMoloFerrara

Articoli

BIRRIFICIO: ANSPACH & HOBDAY BREWERY - LONDRA

Anspach & Hobday Brewery fondato a marzo del 2014 da Jack Hobday e Paul Anspach è il protagonista della new-wave brassicola londinese. Compagni d’asilo, amici e poi coinquilini, oltre alla passione per suonare la musica hanno condiviso quella per la birra. Al tempo dell’università Paul aveva un impiego part-time in un negozio di vini e birre, mentre Jack fu spronato da un suo professore ad usare un kit da homebrewers per farsi in casa la birra buona e risparmiare qualche soldo. La “craft beer revolution” inizialmente non li coinvolge particolarmente fin quando non riescono ad assaggiare la birra “Giusta”.  Jack inizia a lavorare all’Euston Tape poi al Craft Beer Co. In Brixton, mentre a casa si passa dai kit di estratti alle produzioni All Grain, la loro porter viene assaggiata dal giornalista esperto del settore Oz Clarke che ne rimane entusiasta; è la molla che fa scattare in loro la decisione di aprire un birrificio. Le prime birre prodotte presso il brewpub BrewWharf iniziano a circolare a Londra nell’estate del 2012 a nome Alements; a marzo 2013 A&H lancia una campagna di finanziamento. Un anno dopo nel “beer mile” di Bermondsey, dove a poca distanza l’uno dall’altro si trova Kernel, Partizan, Brew By Numbers, Forpure, apre ufficialmente le porte (marzo 2014) Anspach & Hobday Brewery, dividendo in un primo periodo gli spazi con la Bullfinch  Brewery che ha poi traslocato 8km piu a sud. Nonostante A&H si dicano affascinati dalla storia brassicola di Londra e desiderosi di recuperare parte di essa, la loro filosofia produttiva segue il filone contemporaneo.

BIRRIFICIO: DAWKINS ALE - BRISTOL

La storia di Dawkins Ales Brewery ha due racconti paralleli. Nasce con il nome di Matthews Brewing Co nel 2005 da Stuart Matthews e Sue Appleby in una tenuta di campagna nel villaggio di Timsbury, a poche miglia fuori Bath. Tre anni prima nel 2002 Glen Dawkins fonda un pub con il suo nome in un ex deposito di attrezzi da miniera a St Werburghs, Bristol, in poco tempo si aggiungano altri quattro locali.

Nel 2010 Stuart e Sue ha decidono di vendere il birrificio a Dawkins e naturalmente cambia il nome. Il 31 ottobre 2016 si amplia è si sposta a Easton quartiere di Bristol.

BIRRIFICIO: NORTHERN MONK BREWERY COMPANY - LEEDS(UK)

Dal 7°secolo dc in tutta Europa i monaci hanno prodotto e venduto birra. Nel 1086, il libro di Domesday(una sorta di registro inglese dove quantificava i beni di ogni proprietario e le tasse su tali beni da riscuotere) registra l'erogazione di circa 70.000 litri di birra dai monaci, mentre Fountains Abbey nello Yorkshire, produceva 60 barili di strong ale ogni 10 giorni.

Come i monaci del passato, Northern Monk Brewery si impegna a creare birre di altissima qualità che unisce il meglio dei valori di produzione di birra monastica tradizionale con un approccio moderno per gli ingredienti e le tecniche.

BIRRIFICIO : BRASS CASTLE BREWERY - YORKSHIRE

Brass Castle Brewery ha iniziato la vita come home brewery nel 2011, in un garage su Brass Castle Hill a Pocklington nello Yorkshire. Da questo sito il birrificio si è spostato di 18 miglia a nord nel centro di Malton, a metà strada tra York e Scarborough sulla costa. La posizione nel centro del paese rende l’azienda un micro birrificio informale e sempre aperto ai visitatori, che serve birra appena prodotta (praticamente la loro produzione). Tutte le birre di Brass Castle sono vegane e vegetariane, prodotti di origine animale non sono presenti nella brewhouse; le trebbie del processo di cottura ed i luppoli esausti vengono recuperati e dati ad una coperativa sociale.

BIRRIFICIO: DARK STAR BREWERY - SUSSEX

Ha ormai quasi vent'anni la storia di Dark Star Brewery Company, inaugurata in sordina, con un impianto appena più grande di quello di un homebrewer, nella cantina dell'Evening Star Pub nella movimentata Brighton. Un ristretto gruppo di clienti diventa la cavia per testare i primi esperimenti brassicoli, ma ben presto l'impianto in cantina si rivela assolutamente inefficiente per soddisfare tutte le richieste che arrivano, oltre dal proprio pub, da altri locali e dai beer festival. L'imprenditore Peter Holliday, il publican Peter Skinner ed il birraio Rob Jones gettano le basi per il nuovo birrificio che viene inizialmente chiamato Skinners, ma visto che già esisteva in Cornovaglia un birrificio con lo stesso nome, si cambia in Dark Star, il nome è quello di una dark bitter che Rob aveva prodotto nel 1987 quando lavorava alla Pitfield Brewery di Londra; ma il nome di quella birra a sua volta si ispirava alla omonima canzone dei Grateful Dead. Iniziano i traslochi; nel 2001 ad Ansty, qualche anno dopo a Partridge Green nelle colline sopra Brighton, sito produttivo che viene ulteriormente ingrandito ed inaugurato da Roger Protz nel 2010. Nel frattempo Peter Skinner abbandona il team ed arriva Mark Tranter, che da una decina di anni ricopre il ruolo di mastro birraio. Al momento Dark Star è il secondo più grande birrificio del Sussex, dietro a Harveys sempre nei pressi di Brighton.